ROG SPHATA Recensione mouse da gaming MMO

Ciao a tutti e ben trovati cari amici di Techanthology.

In questi giorni abbiamo avuto modo di testare per voi uno dei fiori all’ occhiello per quanto riguarda i mouse da Gaming prodotto in casa ASUS, nonchè un modello di fascia alta in grado di competere con i nomi più blasonati nel settore senza nulla temere.

ASUS ROG SPATHA

animate_6

Nato con lo scopo di diventare il mouse preferito dei professionisti degli MMO, il Rog Spatha è stato progettato tenendo bene a mente quelle che sono le necessità dei videogiocatori più incalliti; in particolare grazie alla presenza di 12 Tasti programmabili, i fortunati possessori potranno contare su di un vantaggio tattico nel PvP.

Diciamolo subito, lo SPATHA è un signor mouse, nato per stupire partendo già dal design, dalle prestazioni e dal bundle. Basta anche solo osservarlo per sentirsi PRO, la sensazione generale è che il produttore ha fatto un grande lavoro di progettazione e realizzazione, e lo ha fatto per davvero: i tecnici ASUS infatti hanno lavorato per mesi a stretto contatto con i giocatori professionisti raccogliendo i loro feedback per sviluppare un mouse da gioco progettato per sopportare le più lunghe sessioni in game offrendo prestazioni ed affidabilità un pò a voler ricordare la Spada (Lo xiphos) dei valorosi guerrieri Spartani.

ASUS ROG SPATHA Recensione – Il package

dsc_0111

Sulla parte frontale della scatola troviamo in bella mostra una foto ripresa dall’ alto del prodotto con l’ illuminazione attiva sul rosso ROG e l’ indicazione della possibilità di utilizzare il mouse in modalità wired/wireless.

dsc_0113

Passando sul retro abbiamo un altra foto del prodotto questa volta posizionato in verticale sulla base di ricarica magnetica, con un riassunto delle caratteristiche complete che prevedono:

  1. Chassis in magnesio
  2. Sei tasti
  3. Design Maya
  4. Sensore laser da 8200DPI
  5. Rotellina con encoder ALPS
  6. Switch dei tasti OMRON da 20 milioni di click
  7. Switch 2 livelli DPI
  8. Memoria flash integrata
  9. Postazione di ricarica magnetica
  10. Led batteria

dsc_0112

Lateralmente troviamo un’ altra foto del prodotto.

dsc_0114

Infine nella parte inferiore abbiamo i riferimenti di contatto del produttore ed i dati utili ad identificare il prodotto in un eventuale sede di RMA (PN, SN).

Nel complesso il package, grazie alla presenza di tutte le indicazioni circa le caratteristiche tecniche ed alle foto del prodotto, risulta essere completo e ben rifinito. Ma vediamo cosa nasconde all’ interno:

Il bundle è completo di tutto. Mettendo da parte per un momento il prodotto in sè, vediamo come ASUS non ha lasciato nulla al caso con questo mouse fatto per durare sopportando le più intense sessioni di gaming fornendo 2 switch aggiuntivi OMRON (made in Japan) garantiti per 20 milioni di click che, sommati agli switch già in dotazione, permettono di sfruttare il mouse per almeno 40 milioni di click.

L’ operazione di sostituzione non invalida la garanzia, è presente infatti un cacciavite atto allo scopo di smontare la copertura superiore per accedere agli switch, sostituendoli.

Presente il manuale di uso e configurazione, due stickers adesivi ROG e due cavi USB di cui uno con piattina placcata in oro, lunghi rispettivamente due metri ed un metro. I cavi forniti in dotazione sono uno intrecciato e l’ altro no, entrambi di ottima fattura; consentono di usare il mouse in piena libertà anche con la batteria scarica. Da notare che quello più corto viene fornito per essere tenuto connesso alla base di ricarica magnetica che funge anche da stazione bluetooth, mentre quello più lungo offre la possibilità di continuare ad usare il mouse anche da scarico (permettendone in contemporanea anche la carica) senza i tipici problemi dovuti all’ uso di prolunghe USB spesso non di eccelsa fattura. Probabilmente, molti tra gli utenti più smaliziati preferiranno l’ uso nella variante WIRED a causa della frequenza di polling di 2000Hz doppia rispetta alla variante WIRELESS.

Passiamo alla base di ricarica, una vera chicca: notiamo da subito che è ben robusta e con un ottimo grip sulla scrivania. Grazie al piedino rimovibile in metallo è possibile utilizzarla sia in verticale che in orizzontale senza temere che il mouse cada a terra essendo ben contrastata.

L’ utilizzo è davvero comodo ed immediato, mettere il ROG SPATHA sotto carica è un’ operazione che avviene in maniera del tutto naturale, la ricezione è nella norma.

 Recensione – Il prodotto

Osservando il mouse frontalmente, il design ci ricorda in maniera molto marcata, le auto di Formula 1 degli anni ’80 con le linee verticali a 70° dalla base che richiamano in maniera netta delle vistose prese d’ aria. Immaginate i vostri avversari durante una Lan party, uno di fronte all’ altro: verranno sicuramente intimoriti dal look che non lascia spazio all’ immaginazione circa le vostre intenzioni!

La vista posteriore presenta il logo led full RGB ROG.

Guardando il mouse lateralmente vediamo come il grip ed i tasti siano al centro dell’ attenzione. A destra infatti è presente la finitura MAYA adottata da ASUS per permettere una presa salda e sicura anche nelle situazioni più concitate, idem a sinistra dove però trovano posto anche i tasti programmabili ben distanziati e di buone dimensioni che visti insieme richiamano, specialmente quando illuminati, il logo della serie ROG.

dsc_0129

Capovolgendolo vediamo la base di magnesio e quattro piedini che nascondono le viti da rimuovere per effettuare l’ operazione di sostituzione degli switch. Naturalmente al centro troviamo il sensore laser da 8200DPI PixArt ADNS-9800, i pin necessari alla ricarica magnetica e l’ indicazione del SN/PN oltre alle specifiche di alimentazione, il tasto on/off ed il bottone per il pairing del dispositivo con la base bluetooth.

Rimosse le quattro viti, l’ operazione di smontaggio del mouse è immediata ed ecco che si ha subito in bella mostra l’ hardware che muove questa bestia. In particolare saltano subito all’ occhio gli switch OMRON e la batteria da 3.7Wh che garantisce circa una giornata di uso continuato in modalità WIRELESS. La stessa risulta di facile sostituzione (invalidando però la garanzia) nel caso in cui si esaurissero i cicli di carica. Insomma è un mouse fatto per durare.

ASUS ROG SPATHA Recensione – Armoury

La cosa che ci ha lasciato un pò stupiti è la mancanza di un CD o magari una chiavetta USB in dotazione con il software a corredo del mouse; questa scelta del produttore probabilmente è da ricondurre alla volontà di fornire all’ utente la possibilità di installare direttamente il software sempre aggiornato senza passare da build precedenti. A ragion del vero, a quanti è capitato, soprattutto con le periferiche, di installare il software presente sul CD e di non premurarsi di aggiornarlo lasciando campo libero a BUG non sempre di piccola entità che pregiudicano, almeno parzialmente, la bontà del prodotto?

Venendo al dunque il programma è completo, permette di configurare fino a 5 profili differenti richiamabili al volo tramite una combinazione di tasti e registrare macro personalizzate. La scheda prestazioni da modo di impostare i DPI del sensore, controllare gli angoli, l’ accellerazione, frequenza di polling e la risposta del tasto al click in millisecondi.

La taratura è fatta bene ed offre la possibilità di selezionare dei presets dai quali attingere oppure calibrare manualmente la superficie d’ appoggio del mouse.

Passando alla voce alimentazioni possiamo impostare un timer di standby del dispositivo al fine di massimizzare l’ autonomia e configurare il funzionamento del LED di stato della batteria per lampeggiare al 10-15-20-25-30% di carica residua.

Abbiamo lasciato la scheda illuminazione per ultima perchè, a nostro avviso, merita più spazio rispetto alle altre caratteristiche.

L’ Asus ROG SPATHA presenta uno schema di illuminazione RGB LED davvero complesso, il software ROG ARMOURY permette di scegliere tra infinite combinazioni di colori ed effetti di luce personalizzandoli e differenziandoli tra le modalità wireless e wired, è possibile sincronizzare l’ illuminazione di tutte le aree oppure scegliere gli effetti ed il colore della singola area tramite un cursore RGB:

ASUS ROG SPATHA Recensione – Conclusioni

Chi ha mani grandi sicuremente apprezzerà il ROG SPATHA, possiamo dire tranquillamente che è il mouse più grande che abbiamo impugnato fino ad adesso. Il peso di 178,5Gr potrà far storcere il naso ad alcuni di voi. Bene, anche per noi l’ impatto con tale calibratura non è stato un vero colpo di fulmine, diciamo che soluzioni del genere vanno a nostro avviso accostate all’ uso specifico per il quale sono nate. Se ad esempio avete intenzione di acquistarlo solo perchè bello sappiate che se lo utilizzerete principalmente per scrivere e navigare sul web alla lunga il peso potrebbe stancare. Questo mouse nasce per giocare, deve essere usato più come un arma vera e propria che come un semplice oggetto. Nei MMO e negli FPS apprezzerete in particolare il ROG SPATHA (e probabilmente non potrete più farne a meno), il peso elevato garantisce un feeling di scorrimento fedele che unito alla regolazione dei DPI ed all’ accellerazione fino a 30G permette di avere un vantaggio tattico reale rispetto ai nostri avversari. I 12 tasti programmabili al volo con la selezione di 5 profili differenti, idealmente, rendono possibile l’ utilizzo della tastiera con gli MMO solo ed esclusivamente per spostarci lungo la mappa. La risposta dei tasti è precisa e puntuale idem la regolazione della superficie offerta dal software. L’ ergonomia è buona offrendo l’ impugnatura per destrorsi “palm grip” o “claw grip” a seconda delle vostre preferenze.

Comprerei il ROG SPATHA? Si, senza ombra di dubbio, da appassionato di videogiochi in generale alla ricerca di un mouse versatile, prestante e che duri nel tempo non avrei alcun dubbio, l’ ASUS ROG SPATHA entrerà di diritto nell’ olimpo dei mouse.

 

ASUS ROG SPATHA

ASUS ROG SPATHA
9.46

Prestazioni

9/10

    Qualità

    10/10

      Confort

      9/10

        Funzionalità

        10/10

          Prezzo

          9/10

            Ci piace

            • Impugnatura
            • Illuminazione
            • Base di ricarica
            • Qualità costruttiva
            • Feedback trtile

            Non ci piace

            • nulla da segnalare