Acronis True Image 2017 Recensione

acronis-true-image-2017 recensione

Acronis True Image 2017 Recensione

Cari amici di Techanthology benvenuti e ben ritrovati.

Oggi abbiamo il piacere di provare per voi l’ ultima release del software di backup più famoso attualmente in commercio.

acronis-true-image-2017-perpetual-left2

Arricchito di nuove funzionalità, Acronis True Image 2017 promette di essere una soluzione completa ed affidabile per proteggere e custodire i dati dei presenti all’ interno dei nostri PC, smartphone e social network.

Partiamo subito dicendo che Acronis True Image 2017 è a prova di nabbo. Ogni processo, a partire dall’ installazione, è semplificato risultando immediato per qualsiasi tipologia di utente, dal super esperto alla nonna del vicino.

Si inizia subito con l’ installazione del prodotto: una volta scaricato l’ installer dal sito del produttore basterà seguire il wizard guidato, al termine del quale ci verrà richiesto di acquistare il prodotto o immettere il product key. In alternativa è possibile avviare un periodo di prova di 30 giorni, passati i quali il programma sarà inutilizzabile a meno che non si proceda con l’ acquisto della versione completa. Fatto questo, per iniziare ad utilizzare Acronis True Image 2017 è necessario registrare un account utente valido accedendo dalla seguente pagina: https://account.acronis.com/

Dalla pagina di gestione dell’ account utente è possibile accedere rapidamente ai nostri download ed alla documentazione sui prodotti Acronis, ma la vera chicca è il pannello di controllo all’ interno del quale è possibile accedere ai nostri backup su Cloud, visualizzare lo spazio a disposizione, accedere agli archivi e condividere i nostri file attraverso un link:

recensione-acronis-true-image-2017-6

Iniziamo subito dicendo che l’ interfaccia utente è davvero semplificata, partendo dal menu delle impostazioni dal quale è possibile gestire la lingua dell’ interfaccia (disponibile in italiano), gli aggiornamenti automatici, le notifiche ed il percorso di salvataggio dei backup dei dispositivi mobili. E’ inoltre possibile partecipare al programma esperienza dei clienti Acronis.

recensione-acronis-true-image-2017-7

Andando avanti troviamo la pagina di gestione dell’ account utente Acronis: da qui è possibile visualizzare lo spazio Acronis Cloud utilizzato, controllare lo stato dell’ abbonamento oltre che la versione del prodotto in uso, ed accedere allo Store Acronis:

recensione-acronis-true-image-2017-8

La sezione “pannello di controllo” rimanda all’ interfaccia web di cui parlavamo prima e dalla quale è accessibile la gestione delle nostre risorse cloud oltre che il backup dei nostri social network:

Il backup dei social network è uno dei punti di maggior successo di questa versione. Attraverso la nuova funzionalità di Acronis True Image 2017 è possibile infatti eseguire il backup dei dati Facebook per non perdere foto, video, post, commenti, eventi o pagine con “mi piace”. Basterà consentire l’ accesso ad Acronis per il nostro profilo tramite l’ immissione delle nostre credenziali per proteggere l’account.

Sempre dal pannello di controllo è possibile scaricare il QR Code necessario all’ autorizzazione del nostro dispositivo IOS/Android per la gestione dei backup su mobile:

Scaricata ed avviata, l’ app si presenta con un interfaccia intuitiva e pulita, il servizio offerto è allo stesso modo semplice e sicuro grazie ai pochi step necessari ad effettuare il nostro backup crittografato. Si inizia subito con la scelta della destinazione dei nostri file. E’ possibile stabilire un backup crittografato locale (su PC, NAS, MAC) o su cloud. Nel primo caso  basta scannerizzare il QR-Code per poter “sincronizzare” lo smartphone col dispostivo di destinazione che deve risidere sotto la stessa rete (Wifi), mentre nel secondo caso occorre inserire le credenziali di accesso per il nostro account Acronis Cloud.

Effettuato il collegamento col nostro dispositivo, il backup è davvero semplice ed immediato, basta selezionare il “cosa” ed cliccare un tasto. Ci sono bastati di fatto solo 3 Tap per completare il nostro backup:

recensione-acronis-true-image-2017

Andando avanti, per i più smanettoni abbiamo la sezione strumenti dove è possibile trovare tutta una serie di tools utili alla buona gestione dei nostri dati.

recensione-acronis-true-image-2017-15

In particolare dalla sezione strumenti è possibile accedere a:

  • Clona Disco. L’utility Clonazione disco consente di clonare il disco rigido e rendere Windows avviabile sul nuovo disco rigido.
  • Rescue Media Builder. Crea un supporto di ripristino per ripristinare il computer se non si avvia più.
  • Acronis Universal Restore. Crea un supporto per ripristinare il computer su Hardware diverso.
  • Altri strumenti:

recensione-acronis-true-image-2017-16

Sempre dalla sezione strumenti è possibile provare l’ utility Parallels Access che consente l’ accesso al computer remoto tramite dispositivi mobili.

recensione-acronis-true-image-2017-17

Proseguendo ci troviamo di fronte alla utility di sincronizzazione Acronis:

acronis-true-image-2017 recensione

La funzionalità di sincronizzazione Acronis consente di avere, documenti, foto, video e dati sempre aggiornati e disponibili sui propri dispositivi desktop notebook e smartphone. Grazie ad Acronis Cloud è possibile creare tutte le sincronizzazioni necessarie allo scopo; i dati transiteranno tramite protocollo SSL/TLS sul nostro spazio cloud o direttamente tra i dispositivi designati con l’ ulteriore garanzia offerta dalla crittografia AES (Advanced Encryption Standard) con chiave a 256 bit.

La procedura di sincronizzazione può essere stabilita tra due o più cartelle su due o più computer, tra uno o più computer ed Acronis Cloud, tra un dispositivo mobile ed Acronis Cloud. Nota dolente è l ‘impossibilità di sincronizzare un singolo file, in tal caso si rende necessario creare una cartella contenente il file in questione e sincronizzarla. Per chi ha intenzione di usare Acronis per sincronizzare un Database (ad Es. MySql) è bene sapere che non è un operazione possibile. Molto utile invece la possibilità di ripristinare le versioni precedenti dei file sincronizzati o la possibilità di recuperare eventuali file eliminati.

Acronis True Image 2017 – Recensione: Archiviazione file

La funzionalità di Archiviazione è utile nel caso si avesse necessità di liberare spazio sul disco rigido conservando i propri file su Acronis Cloud, NAS, disco rigido esterno o unità USB. Questo utile strumento, ad ogni avvio, analizza il disco rigido alla ricerca dei file di grandi dimensioni usati raramente e suggerisce il caricamento degli stessi sullo spazio online o su una periferica locale eliminando la copia originale ma mantenendone il collegamento in un archivio speciale chiamato Archivio Acronis da cui è possibile continuare ad accedere al file tramite esplora risorse Windows come se fosse una normale cartella di sistema.

Una volta selezionati i file da archiviare è possibile scegliere il datacenter di destinazione più vicino in modo da velocizzare l’ upload/download. Anche in questo caso è offerta la possibilità di crittografare l’ archivio con AES-256.

 Acronis True Image 2017 – Recensione: Backup file

Da sempre cavallo di battaglia dell’ azienda, il Backup di file e partizioni, anche in questa versione la fa da padrone. La funzionalità principale di Acronis True Image 2017 permette di effettuare backup online o in locale di singoli file, cartelle, dischi e partizioni oltre alla possibilità di clonare il disco.

Degne di nota le molte possibilità di configurazione offerte all’ utente per la pianificazione dei backup. Accedendo alle opzioni è possibile selezionare lo schema ed il metodo di backup (completo, differenziale, incrementale), le notifiche via email e le tipologie di file da escludere (ad Es. file Temp). Per chi volesse configurare nel minimo dettaglio il backup può accedere alle impostazioni avanzate necessarie a configurare la crittografia, il file di convalida, le prestazioni e molto altro.

 Acronis True Image 2017 – Recensione: Test

Abbiamo visto la nuova e semplificata interfaccia, la moltitudine di opzioni e le nuove utility, ma alla fine dei conti come si comporta Acronis True Image 2017?

Al di là delle caratteristiche, sicuramente importanti, offerte da Acronis True Image 2017, quello che interessa spesso e volentieri sono le prestazioni. Abbiamo approntato una cartella di test delle dimensioni di 50GB contenente file compressi e non (Jpeg e Png), Installer, musica, iso, file pdf e word, fogli di calcolo e file di sistema. Per il test abbiamo utilizzato 2 unità SSD collegate tramite interfaccia Sata3, il backup selezionato è di tipo “completo”, ogni test è stato effettuato minimizzando i processi in background, ed impostando una priorità alta per il backup. La cpu Intel 4960X con i suoi 12 Threads e 32GB di ram ci hanno permesso di escludere eventuali colli di bottiglia in fase di crittografia.

Acronis True Image 2017 test

Siamo rimasti basiti dai risultati, abbiamo effettuato le rilevazioni più e più volte per escludere eventuali errori o casualità: il risultato evidenzia come all’ aumentare del livello di compressione del backup, lo stesso venga portato a termine in tempi inferiori, abbiamo replicato i test su file di dimensioni maggiori ottenendo risultati analoghi fino all’ approssimarsi dei 100GB dove la situazione si è invertita. Utilizzando infatti come unità di test il disco “C:” con su installato il sistema operativo la situazione si è invertita:

Acronis True Image 2017 test

Ad una maggiore compressione corrispondono tempi di backup maggiori come è logico aspettarsi. Da notare come le dimensioni originali del file origine del backup fossero di 134GB, abbiamo voluto vedere come si comporta Acronis True Image 2017 con la gestione delle esclusioni; in particolare con i file Temp ha fatto un ottimo lavoro, infatti, anche il backup senza compressione ha rilevato la bellezza di 60GB circa di file da escludere dal backup.

Acronis True Image 2017 – Recensione: Conclusioni

Acronis True Image 2017 è una soluzione completa veloce, leggera ed affidabile per il backup e la sincronizzazione dei dati importanti presenti sui nostri computer, smartphone e da quest’ anno anche social network grazie al supporto a Facebook.

Il programma è davvero leggero, i backup sono facilmente configurabili anche da parte dell’ utente meno esperto, la sicurezza dei nostri dati è garantita dal protocollo di cifratura AES a 256.

Acronis True Image 2017 ad un costo di 54.90€ offre la possibilità di effettuare il backup su 5 computer ed illimitati dispositivi mobili. Compresi nell’ offerta ci sono 50GB di spazio Acronis Cloud utilizzabili per il backup o la sincronizzazione dei nostri dati. Il software è compatibile con sistemi Windows, Mac, iOS, Android e Facebook garantendo la massima interoperabilità. Anche quest’ anno Acronis True Image si è rivelato il miglior software di backup in circolazione, ed è per questo che ne consigliamo vivamente l’ acquisto.

 

Acronis True Image 2017

54.90
Acronis True Image 2017
9.4

Caratteristiche

10/10

    Interfaccia

    9/10

      Prestazioni

      9/10

        Prezzo

        9/10

          Compatibilità

          10/10

            Ci piace

            • Compressione
            • Leggerezza
            • Velocità
            • Interfaccia
            • Compatibilità

            Non ci piace

            • Nulla di rilevante